Latino e DSA: una sfida possibile

Chi di voi ha studiato il latino ricorderà come l’apprendimento di questa lingua non sia affatto un percorso facile, poiché si tratta comunque di apprendere una lingua nuova,  che tuttavia ha lo svantaggio di non essere  parlata e quindi è impossibile essere esposti ad essa.

Incontro molti studenti che affrontano con fatica questa materia, non solo studenti con Disturbo di Apprendimento.

Nel caso di quest’ultimi apprendere il latino può essere spesso più  faticoso a causa delle difficoltà tipiche del disturbo e della materia. In primis il fatto che c’è un minore ricorso all’oralità, tipicamente invece considerata una modalità privilegiata per l’apprendimento delle lingue (Losito et al., 2014), e la modalità di studio basata molto sulla memorizzazione.

Ci sono tuttavia delle strategie che possono essere utili per aiutare gli studenti con DSA.

Partendo dagli strumenti compensativi è utile  utilizzare il vocabolario digitale piuttosto che cartaceo,poiché  rende più veloce il processo di ricerca dei termini e alleggerisce il carico cognitivo durante il lavoro. È utile poi consentire più tempo per lo svolgimento delle verifiche, spiegare le consegne ed eventualmente fare in modo che sia il professore a leggere la versione per lo studente.

 

Utile inoltre utilizzare schemi e mappe delle declinazioni, dei verbi, dei passaggi fondamentali per lo svolgimento di una versione.

Proprio per quest’ultimo punto, insieme ad una studentessa, in una fase di lavoro in cui cercavamo di comprendere i passaggi fondamentali per lo svolgimento di una versione, abbiamo costruito questo schema.

Per lei è stato molto utile.

 

Qui il file PDF dello schema facilmente scaricabile: 

 

Schema Versione Latino_Dott.ssa Martina Mattei

 

Qui invece la versione in file immagine

 

Per saperne di più:

Losito N., Zamperlin C., Mardegan F., Cornoldi C. (2014), ” Dislessia e Latino Contributo alla standardizzazione di prove di Latino per la valutazione di studenti liceali e confronto con casi di dislessia”, Dislessia, Vol. 11, n. 2, maggio 2014

 

 

 

 

  • Se vuoi contattarmi per informazioni o chiarimenti utilizza questo modulo contatti oppure scrivi a:

martina-mattei@libero.it

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Acconsento al trattamento dei dati personali.

 

  • Se vuoi ricevere articoli e contenuti esclusivi Iscriviti alla Newsletter:

 

Be Sociable, Share!