Bambini ed emozioni: come aiutarli a dare significato alle loro emozioni

Quando i bambini vivono uno stato emotivo di disagio, o un’emozione quale la rabbia o la paura spesso spesso non riescono ad esprimere a parole quello che provano.

È molto più facile infatti esprimerlo attraverso azioni o segnali evidenti, come comportamenti oppositivi, sintomi somatici, comportamenti di ritiro.

Cosa possiamo fare noi adulti per aiutare i bambini a dare senso e valore alle proprie emozioni?

Prima di tutto è fondamentale riconoscere l’emozione e dare un valore ad essa.  Solo così comunichiamo  loro che abbiamo “visto” l’ emozione e la riconosciamo.

Per validare l’emozione possiamo usare espressioni di questo tipo: ” Oggi ti vedo un pò imbronciato, c’è qualcosa che non va? È successo qualcosa in particolare che ti ha fatto arrabbiare?” oppure, “Mi sembri un pò giù oggi, c’è qualcosa che non va?”.

Occorre poi dare un significato all’emozione, e quindi costruire  un’area di discussione in merito ad essa che consenta di capire perché quell’emozione si vive.

Infine regolare, fornire un contenitore al bambino, all’interno del quale possa sentirsi supportato. È fondamentale spiegare che le emozioni, anche quelle negative, sono vissute da tutti, adulti e bambini e che una volta riconosciute è possibile ristabilire una calma e un equilibrio funzionale.

Frasi come “Capisco come ti senti in questo momento, proviamo a raccontare come stai” facilitano una maggiore elaborazione e organizzazione dell’esperienza vissuta.

 

 

 

-Rimangi aggiornato:  seguimi sulla mia Pagina Facebook e iscriviti al Gruppo Facebook Dsa e Apprendimento: spazio di supporto,consigli e condivisione

-Se vuoi contattarmi per informazioni, richieste o chiarimenti, qui trovi i miei contatti 

 

-Se vuoi ricevere articoli e contenuti esclusivi Iscriviti alla Newsletter:

 

Be Sociable, Share!